un piccolo fuori

Scriverò qualcosa di banale, ma lo voglio scrivere. Si sa che la domenica pomeriggio si vela facilmente di tristezza. Hai voglia di avere in casa i libri, i dischi, le chitarre, tutte le robe interessanti che si accatastano in una vita. Meglio uscire, comunque. Banali due passi in centro. Ma è sempre meglio uscire, da anni ho perso l’illusione dell’autosufficienza in casa. Essere per strada è essere nel mondo, ma, soprattutto, è essere un poco più fuori da se stessi. Se non avessi vergogna, in una piccola città dove tutti o quasi si conoscono, andrei all’angolo dei portici a suonare la chitarra. Fuori, a incontrare il vagabondo che respira la vita, che vive, il me stesso meno insopportabile. In casa, solo questo blog, è un piccolo fuori, per fortuna.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a un piccolo fuori

  1. marcello comitini ha detto:

    Quanta tristezza c’è nelle tue parole caro D.!

  2. poetella ha detto:

    il blog è la nostra finestra sul mondo!
    E, in genere, un mondo che ci piace…

  3. diegod56 ha detto:

    “il blog è la nostra finestra sul mondo!”

    sì cara L. direi di sì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.