somiglianze reciproche

Da un recente censimento risultano residenti in Italia 49 scimpanzè (ci sono anche un gorilla e due oranghi). Queste simpatiche creature sono il nostro parente più prossimo nel regno animale, tant’è che le definiamo antropomorfe. Dunque in italia vi sono 52 scimmie antropomorfe e 60 milioni (dal punto di vista degli scimpanzè) di umani scimpanzomorfi. Ogni somiglianza è sempre reciproca. Quantità e qualità raramente coincidono.

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti

la melanconia del do minore [rudimentale esempio]

 

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

dimenticar-mi

Il silenzio quieto del pomeriggio. Dalla finestra una rapida brezza. Eppure nessun tempo è così perfetto per silenzio come il pomeriggio d’estate. Il profumo d’inchiostro del giornale, finalmente, niente notizie sull’internet. Ci penso, ci penso alla dolcezza della tua pelle, la potrò sfiorare, stasera, gesto incerto in questi anni dove della voglia giovanile un po’ ti vergogni e un po’ ti stupisci. Ma ora il gusto più vero è questo silenzio, nella casa vuota. Forse nemmeno io ci sono, inghiottito dall’ombra. Dimenticarmi, ecco la quiete che cercavo.

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

veleno

Una propaganda politica incentrata su odio e vittimismo è veleno riversato nelle sorgenti del futuro.

Pubblicato in Uncategorized | 8 commenti

nel me stesso che non esiste

È tutta una fuga. Fuga da se stessi, fuga dai possibili e probabili dolori, fuga dal peso d’ogni consapevolezza. Eppure il vivere è un accadimento potente, denso d’impulsi e sensazioni, un accadimento che la complessità dell’evoluzione, dalle prime inconsapevoli creature unicellulari, ha portato fino ad una vita che mentre è sa di essere. Ma come un profumo troppo intenso, un vento troppo impetuoso, un pulsare troppo ostinato ci inducono a sfuggirne, così ecco questa smania di non esserci che affiora spesso, nelle pieghe della seppur ostinata voglia di vivere. Forse solo specchiarmi nel tuo sguardo, nelle tue parole gentili immeritate, nel me stesso che non esiste ma esiste per te, è il gioco migliore, è la danza che mima una bella vittoria su quella che è, conti alla mano, una partita persa. È tutta una fuga, ma è stato bello lo stesso.

Pubblicato in Uncategorized | 2 commenti

musica e (è) ricordo

La paleontologia ci testimonia come già in epoche remotissime gli umani amassero la musica, il suono capace d’evocare sentimenti. Ossa lavorate in guisa di flauti ed altri risonanti manufatti già dall’alba dell’umano accadimento. C’è un ricordo nascosto in ogni musica. Osservai anni addietro una nipote, piccolissima,  rimanere incantata al suono della tromba. Era una piccola bambina, ma quell’incanto è, credo, il segno d’un ricordo ancestrale. Ogni intervallo musicale, la gioia d’una quinta giusta, la melanconia d’una sesta minore, porta in grembo la sensazione che già intride i primissimi umani.

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

vino, vita, morte, il sorriso

Pubblicato in Uncategorized | 5 commenti