la grande «c»

Le nubi stazionano sul golfo. Il grosso fumaiolo giallo con la grande «c» è sempre fermo nello stesso punto, del resto la nave da crociera è ferma da tempo, nella sua ingombrante e impotente dismisura. Fuori dalla bottega del fruttivendolo la coda, con l’ombrello aperto. Ci stiamo abituando ad un cupa normalità? La calma apparente è un ingrediente tipico nei film dell’orrore meglio scritti e congegnati. È tanto che non apro un libro, apro a caso una pagina della garzantina, la piccola enciclopedia. Mi ha sempre affascinato l’accostarsi casuale di grandi parole e di piccoli, quasi insignificanti nomi di piccoli comuni sconosciuti. Come la casuale vicinanza fra personaggi di epoche divise da secoli e secoli. Ho letto anche alla voce «insetti» che ve ne sono circa due milioni di specie (il plurale esiste? Credo di no), ma come fa uno scienziato a conoscerle tutte? chi le ha contate almeno una volta? Il sapere è il calco approssimativo dell’immenso non sapere. La garzantina è scritta in corpo 7, non trovo gli occhiali. Alzo lo sguardo alla finestra, la grande «c» sul fumaiolo giallo, immobile, la vedo bene, anche oggi che piove e le nubi stazionano sul golfo.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.