Archivi categoria: momenti

due vite

Giovanissima, capelli neri, viso sottile, grandi occhi scuri. Lui è appoggiato alla sua spalla, in quieta beatitudine. Lei lo bacia sul collo, con tenerezza. Un grande amore, istintivo, d’una mamma giovane giovane. Due vite fresche, l’una ingenerata dall’altra. Questo filobus … Continua a leggere

Pubblicato in momenti | Contrassegnato , , , | 6 commenti

un grande, immenso, maestro

Giorgio Colli mi chiese: e lei cosa ne pensa? Risposi che per me un filosofo contemporaneo fa una gran fatica a dire qualcosa di nuovo, per cui tante idee complicate nascono dall’esigenza di distinguersi a tutti i costi. È un … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, momenti | Contrassegnato | 4 commenti

balestrucci

Stamane nubi nel cielo sul golfo. Pioggerella a sprazzi. Ho visto le rondini volteggiare eleganti (balestrucci ad esser precisi); m’è piaciuto vederle, non so bene perché. In verità lo so benissimo: da bambino passavo molto tempo a guardarle, dalla finestra … Continua a leggere

Pubblicato in momenti | Contrassegnato , | 2 commenti

sorelle

Dory e Mirella attraversano la strada in fretta. In realtà vanno abbastanza lente, le due sorelle. Corpi rotondi, appesantiti dagli anni. Devono tornare in negozio. Un bel negozione di periferia, ce ne sono sempre meno, con tutto l’abbigliamento possibile per … Continua a leggere

Pubblicato in momenti | 6 commenti

perdersi e trovarsi

«Sono alla ricerca di me stesso». Frase abusata e non poco. Suona bene, evoca pienezza esistenziale, fa supporre un’animo poetico ed errabondo, insomma piace. Io, debbo ammetterlo, non ne ho mai ben afferrato il significato. Anzitutto sottende che sia bello trovare se … Continua a leggere

Pubblicato in ironia culturale, momenti | 13 commenti

passioni

Abbiamo un disperato bisogno di provare delle passioni. È innestato nel corpomente, è una sensazione fisica profonda di cui abbiamo bisogno. O infinita nostalgia.

Pubblicato in ironia culturale, momenti | 5 commenti

la bocca sollevò… [3. θάνατος]

Sempre intensa la contiguità fra il cibo e la morte. Quante volte abbiamo sentito, a proposito di questo o quel condimento: «con i fusilli è la sua morte!». La morte e il cibo sono imparentati, avviluppati inesorabilmente. Gli animali che … Continua a leggere

Pubblicato in ironia culturale, momenti | Contrassegnato , , | Lascia un commento