Archivi categoria: frammenti

un grande, immenso, maestro

Giorgio Colli mi chiese: e lei cosa ne pensa? Risposi che per me un filosofo contemporaneo fa una gran fatica a dire qualcosa di nuovo, per cui tante idee complicate nascono dall’esigenza di distinguersi a tutti i costi. È un … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, momenti | Contrassegnato | 4 commenti

sull’eleganza [2. eleganza e natura]

Sono convinto della natura assolutamente antropica dell’eleganza. Si è affermato, e non a torto, che appare elegante ciò che è misurato, μέτρον forse è il termine greco (ma io non sono attendibile), ma certo è che il senso della misura è … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, ironia culturale, momenti | Contrassegnato , , | 8 commenti

un saluto fra mille anni

Perchè Socrate se ne andava a spasso per Atene a propagare la sua filosofia, a intessere dialoghi e proporre ragionamenti, idee, pensieri? A volte mi domando: se un essere umano è profondamente saggio, ha raggiunto la pienezza del suo essere … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, ironia culturale | Lascia un commento

dell’umano sentire

Amo la filosofia, ma l’antropologia è più alla mia portata. Secondo me la definizione troppo esatta di qualcosa è alla fine una tautologia; per paradossale simiglianza con la tecnica leonardesca dello sfumato, anche nel raccontare qualcosa, nel tentar di trasmettere … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, ironia culturale | Contrassegnato | 3 commenti

il primo rintocco

La perdita della curiosità è il primo rintocco della nostra campana a morto.

Pubblicato in frammenti, ironia culturale | 3 commenti

ermeneutica, come l’orto

Un dipinto, un’opera d’arte figurativa, un disegno, hanno fascino se sanno far risuonare qualcosa in te che osservi. Non è un processo istantaneo, c’è un tempo necessario al disvelamento. A volte qualche minuto, a volte qualche giorno. Poi se il … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, ironia culturale | 6 commenti

sulla teatralità in eccesso

Secondo me una teatralità sguaiata è tipica, anche fuori dal gioco del teatro, d’una supeficialità, d’una incomprensione di fondo su quel che è il vero dramma, la vera tragedia dell’ essere-nel-mondo. L’ambiguità irrisolta dell’essere materia che pensa, intrisa d’un dolore … Continua a leggere

Pubblicato in frammenti, ironia culturale | 2 commenti