un dove che ci avvolge

In molti dipinti dei grandi del passato è presente un personaggio, spesso un angelo, oppure una figura umana, che volge lo sguardo a noi, a noi che osserviamo. Questo elemento, sullo spazio bidimensionale del dipinto, ingenera una profondità, uno spazio che dal dipinto arriva all’osservatore che, in qualche modo, è chiamato ad un ruolo nell’accadimento. Poi, gli elementi prospettici, penso alla Pala Montefeltro di Piero della Francesca (dipinto fondamentale nella storia dell’arte) che traboccano lo spazio verso l’osservatore, ingenerano un luogo nuovo, un “dove” che ci avvolge. Credo che l’impossibilità di fare cinema, nel senso letterale del termine, del fare movimento, stimolasse la ricerca raffinata del modo di coinvolgere chi guarda. La potenza della grande pittura è impasto ben riuscito di tecnica e slancio emotivo, religioso, passionale. I pittori contemporanei pensano troppo a se stessi, l’osservatore talvolta deve sforzarsi di capire. Ma un dipinto deve abbracciare chi lo guarda, con ogni astuzia possibile, senza vergogna verso la bellezza.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a un dove che ci avvolge

  1. poetella ha detto:

    I pittori contemporanei?
    Ma ci sono?
    Boh!
    Bel post Diego. Concordo con ognuna delle tue parole!

  2. poetella ha detto:

    e poi… la pala di Montefeltro, con quell’uovo sospeso…
    meraviglia assoluta!

  3. diegod56 ha detto:

    Sicuramente vi sono pittori contemporanei di grande valore ed io non sono un competente, però certe sensazioni le provo più vivide e pregnanti nella pittura che va dal 400 al 700

    Grazie cara L.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.