capolinea

gira la giostra delle vite, osservo le luci della città, solitudini appena attenuate dagli smart sotto gli occhi; paure, angosce, consapevolezze, di questo son fatte le vite; coraggio è figlio di una certa spavalda inconsapevolezza, solo il vino, solo un poco di musica ce la fanno, a tratti, a farmi sopportare; sempre amico questo bus che, nello scorrere delle vie e delle luci, mi regala breve tregua; volesse Iddio non scender mai, oppure svanire, sì che arrivi vuoto, senza me, al capolinea

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a capolinea

  1. poetella ha detto:

    E no… sparire no!
    Poi chi le suona le tue chitarre?

  2. diegod56 ha detto:

    Solo suonare, il resto al diavolo, L. cara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.