ronza in testa la vecchia cover

Oggi mi ronzava in testa una vecchia cover degli anni ’60. Ricordo il salone dell’oratorio. Io bambino mi avvicinavo al tavolo dove erano quelli grandi. Per me erano uomini fatti, a sedici anni per un bambino sembri un uomo. Una chitarra di quelle modeste di quegli anni, forse di compensato, ma quelle corde che vibravano e quegli accordi per me erano magia. La canzone era in testa alla classifica da settimane, e gracchiava in ogni mangiadischi. Oggi il più giovane di quei ragazzi è un anziano bancario in pensione (nessuno fece carriera in musica, era un complessino da oratorio). Oggi m’è uscita dalle mani, rozzamente, e dalle corde della mia vecchia eko. Chissà se è riconoscibile per qualche over 60…

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

8 risposte a ronza in testa la vecchia cover

  1. andreabianchi85 ha detto:

    ma quante passioni musicali saran nate negli oratori???

  2. poetella ha detto:

    … Non la riconosco…🤨

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.