quella manciata di anni

Sono nato nel ’56. La guerra era finita ieri. Per molti anni, da bambino, ebbi la sensazione che mio padre non volesse ricordare. Credo d’esser stato concepito in un momento vissuto per dimenticare. Solo qualche volta, a tavola, un bicchiere allentava le briglie e affioravano i ricordi. Ma per fortuna, da bambino, quella manciata di anni era un tempo lontano. Ma era vicino, ora che son quasi vecchio, nello sguardo del mio babbo, capisco che è quasi ieri. E il male è sempre in agguato, fra le pieghe del “son tutti uguali“.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.