almeno lei

Un rito tutto sommato confortante. I saluti sono sinceri, il frequente (e opportunamente non esplicitato) sollievo per la fine di una dura malattia, il piacere di ritrovarsi fra parenti e conoscenti, insomma un rituale che aiuta un po’ tutti. Ma tutti con la mascherina. Vedi solo occhi, nessun sorriso, ci si scruta un po’ dubbiosi, come animali che abbian perduto l’olfatto. Anche un’assenza inusuale, un figlio che, in quarantena preventiva, non puo’ esserci. Fuori dalla chiesa il via vai, gente che tenta l’accesso a kafkiani uffici resi difficili dalle norme anticontagio (e poi a quelli la paga arriva lo stesso). La foto della defunta, una bella e gentile signora che (questo lo ricorderò sempre) amava la mia musica in cortile, durante i giorni chiusi di questa primavera. La foto fra i fiori, sulla cassa di bel legno chiaro. Sorride, almeno lei, senza mascherina.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a almeno lei

  1. poetella ha detto:

    E speriamo di non dover morire per toglierla!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.