l’infinitamente piccolo è molto più pericoloso

Ciò che è infinitamente piccolo è molto più pericoloso di ciò che è molto grande. I nostri sensi nudi, attrezzi rudimentali adatti alla caccia e alla raccolta, colgono ben poco di quel che è effettivamente la materia, la vita, la complessità biochimica dei processi. Il nostro corpomente, così raffinato nel cogliere sensazioni esistenziali, capace di anche di ineffabile poesia, non è attrezzato per sondare quel mare infinito, cioè gli accadimenti della vita biologica. Certo la tecnologia, una tecnologia molto sofisticata, in poche esperte mani, permette di andare più nel dettaglio. Ma come umani normali, siamo praticamente ciechi al reale.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a l’infinitamente piccolo è molto più pericoloso

  1. Pasquale ha detto:

    Infatti microbi calvinisti rompono da secoli i coglioni; e che cosa hanno prodotto, un Rutte.
    Abbracci, Buona Parte.

  2. poetella ha detto:

    chi più… chi meno…
    Serenità a te, Diego!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.