cover life

Nomadi, Ligabue, Lucio Battisti, Zucchero. Poter scrivere sulla locandina della sagra (della lumaca doc o della salamella di nonno Pio, o quel che passa il destino) un nome altisonante ha fatto prosperare le cover band. Nulla di male, ma un po’ mette tristezza. Del resto il risultato è garantito: se suonano male dici pazienza cosa pretendo, non è l’originale. Se suonano bene (e capita a volte) poi pensi ho risparmiato parecchio e ho quasi ascoltato davvero. Una volta i complessi suonavano le canzoni del momento senza giocare la carta del «nome» e poi niente elettronica, suonavano davvero. Del resto le nostre banali vite sono cover life d’una vita felice.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a cover life

  1. poetella ha detto:

    va beh, dai… mica tutte.
    Io mi ritengo persona fortunata e felice. E cover di nessuno
    (trovala una come me! Ahahahahahah!!!!!)
    ciao Diego. Votato bene, spero!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.