la timidezza del bene

Riusciremo davvero a evitare che la barbarie prevalga? Se solleticare gli istinti peggiori è l’asso della manica per essere democraticamente eletti, come possiamo evitare il peggio? Molto c’è di buono e bello nell’umano agire, ma, forse per rassegnazione, si rivolge al privato, al particolare, rinuncia a voler plasmare il mondo tutto. Il bene sta perdendo la partita col male.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a la timidezza del bene

  1. Sara ha detto:

    Noi siamo nel bel mezzo di un grosso fraintendimento culturale.

  2. La bontà di una politica si valuta solo nel conteggio dei voti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...