un bot sincero

Questo blog ha pochi e scelti lettori. La qualità culturale, umana, financo estetica (nel senso largo del termine) di chi legge questo blog è superiore a quella dello scrivano che quivi s’arrabatta. Questo mi piace, e un po’ anche mi tormenta. Sono io quel che si legge o c’è il rischio d’essere il «bot» di queste pagine? Certo sotto le righette da me vergate in rapsodica sequenza non v’è un algoritmo, non ne ho le competenze. Però l’immagine che dal blog emerge, la personalità che come un ologramma danza sul monitor degli amici, è molto di quel che vorrei essere, più che di quel che sono. Certo, è assolutamente sincero lo sforzo d’esser migliore. L’intento morale è giusto, io credo nell’importanza dell’avere una morale in quel che si fa e si scrive. Ma, viste le possibilità che la scrittura offre d’evocare, scoperchiare, quel che Manzoni definiva il guazzabuglio del cuore umano, allora occorre lasciar intravvedere l’ombra, lasciar sentire il tamburo del tellurico, del profondo. Non so, quel che è certo che, quando son bugiardo, son sincero. Alla fine, quel che conta è lo stile, nelle pieghe dello stile c’è il profondo, quel che piace ai pochi, scelti, lettori.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

10 risposte a un bot sincero

  1. Come parole di polvere ha detto:

    Bellissimo onesto bot

  2. E. ha detto:

    Molto bello questo tuo post che mi ha convinta a spulciare tra le tue pagine e ad iscrivermi al tuo blog. Spero di essere una follower degna di questo nome.

    • diegod56 ha detto:

      grazie, sei gentile, va bene, ma facciamo un patto: quando stai per leggere qualche bel testo importante, non trascurarlo per queste mie righette, non voglio sottrarti del tempo di lettura laddove val la pena

      • E. ha detto:

        Ok per il patto. Posso dirti che so già di sapere che sei un mito assoluto e che mi divertirò molto a leggere il tuo blog? Io non riesco ad essere così simpatica! Sono forse una “pesantona”!

  3. Sara ha detto:

    Tua lettrice da …ma quanti anni?!

  4. Il tuo è un blog che pensa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...