allora ci volevano vent’anni

Buona vecchia canzone del Guccini. All’epoca il testo era considerato troppo esplicito dalla censura televisiva (anche se la televisione di quel tempo per molti aspetti era decisamente migliore di quella attuale). Mi garba quel senso ciclico delle stagioni e della vita. Pur essendo in tonalità di DO, l’allor giovane poeta amava inserire quel SIb ad accentuare il senso di ciclica malinconia. Ovviamente la mia esecuzione è sentita ma rudimentale, dilettantesca non poco, ma qui stiamo fra pochi amici a rievocar canzoni del nostro tempo migliore. Consigliate le cuffie per non spaventare nessuno.

Forse oggi per fare un uomo non ci vogliono vent’anni, ma molti di più, anche a 50 l’adolescenza non è terminata, a volte. È un problema del nostro tempo.

 

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

5 risposte a allora ci volevano vent’anni

  1. Mi piace la tua interpretazione, molto sentita! Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...