bava di lumaca, una figura riflessa

Amare se stessi. Semplice solo in apparenza. Amare noi stessi come l’innamorato accontenta la capricciosa amante? Oppure amare noi stessi come il buon padre che, qualche volta con ruvida fermezza, deve negare, deve metter argine alle richieste? La potenza della nostra mente, l’impalcatura sintattica dell’io, ci costringe all’autoscopia, ci consente, non senza rischi peraltro,  d’uscir fuori da noi stessi e d’osservarci, a volte con benevolenza, qualche volta con ironia, altre volte con paura.

Questa sera che cala più presto, sotto i portici di questa città un po’ sabauda e un po’ bugiarda, è un buon pretesto per camminare da solo, respirare e non voler troppo scandagliar me stesso. Un signore come tanti, barba che molto cela del volto e dell’anima. Riflesso nella vetrina dei profumi biologici (bava di lumaca) non vedo che questo e, forse, questo è.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a bava di lumaca, una figura riflessa

  1. silvia ha detto:

    la consapevolezza di come si è, o autoscopia come la definisci tu, è una delle cose più difficili da raggiungere.

    • diegod56 ha detto:

      credo che sia impossibile da raggiungere completamente, il gioco di specchi va all’infinito, come in certe barberie d’una volta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...