neurologico

Quartiere ad est, palazzi cresciuti un po’ affastellati, aggredendo la collina. Gli anni ’70 son stati micidiali in questo senso, bella la musica pessima l’edilizia. Anche stasera G. porta fuori P. Un quarantenne dall’aria rassegnata e l’anziano amico a quattro zampe. Sbucano, all’ultimo giro del labirinto delle strade in salita, sotto la luce dei lampioni e dell’insegna gelida d’un tabacchino chiuso. Quattro zampe? Magari. Con la vecchiaia, al mite cagnone dagli occhi grandi e scuri, è arrivato un brutto malanno neurologico. Gli aggettivi in medicina sono sempre tanto obiettivi quanto spietati (sia per i quattrozampe che per noi umani).  Da lontano sembrano due guinzagli, man mano che scende comprendi meglio il rimedio. Oltre al guinzaglio G. sostiene, con una specie d’imbragatura, le terga di P., permettendogli di camminare, nonostante le zampe posteriori ormai troppo deboli. Non oso accennare ad una domanda su come andrà a finire, se e quando sarà presa una ben triste decisione. «Gli voglio bene, e lui è ancora lui» Così mi risponde il quarantenne, come m’avesse letto nel pensiero. Scatta la serratura del portone, pian piano rientrano a casa. Ora, sulla strada in salita, sull’asfalto lucido, non c’è nessuno, fra i palazzi cresciuti un po’ affastellati, aggredendo la collina.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a neurologico

  1. Giuliana ha detto:

    molto triste …

  2. Sara ha detto:

    “Lui è ancora lui”. Condivido!

  3. diegod56 ha detto:

    sì, triste, però ho voluto anche raccontare un rapporto, una forma d’affetto che in qualche modo c’è e permane

  4. Le bestiole che vivono con noi, fanno parte della famiglia. Non capisco chi li abbandona …

    • diegod56 ha detto:

      l’abbandono è un atto vile, un crimine vero e proprio; più complesso il rapporto con l’eutanasia, che, per i «familiari» animali, talvolta è una dolorosa, molto dolorosa, scelta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...