altro che diagrammi e tabulati

Le disegualianze sociali non sono mai asettiche sequenze di diagrammi e tabulati. Non sono mai percentuali per ipotesi di micro e macro economia. Ieri un uomo di 27 anni, d’una ditta d’appalto in Puglia, è morto stritolato. Uno strapagato consulente di qualche banca d’affari, morirà mai stritolato sotto quella montagna di soldi? Non credo (e non voglio che accada, io non odio nessuno, neppure lui). Però le disegualianze sociali, sono incise nella carne, nelle ossa, nel respiro dei corpi, altro che diagrammi e tabulati.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

2 risposte a altro che diagrammi e tabulati

  1. poetella ha detto:

    Pensa se si potesse raccogliere tutto il denaro del mondo per poi ridistribuire equamente fra tutti!
    Magia!

  2. diegod56 ha detto:

    Anche senza un eguaglianza totale, impossibile, almeno un po’ più di redistribuzione sarebbe moralmente accettabile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...