solitudine a doppio fondo

La vera solitudine è quella successiva alla solitudine banalmente numerica. Mi spiego meglio: se sei da solo, senza alcuno intorno, sei solo con te stesso. Ma poi t’accorgi che anche questo «te stesso» non c’è, è un evento sintattico, un’essenza ipotizzata ma evanescente. A quel punto, ecco la solitudine vera, la beffarda consapevolezza di non-essere. Noi siamo se siamo con/per gli altri compagni di viaggio.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale, momenti e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

4 risposte a solitudine a doppio fondo

  1. Anubi ha detto:

    meraviglia..

  2. diegod56 ha detto:

    Giudizio troppo generoso…

  3. tramedipensieri ha detto:

    Noi siamo se siamo con/per gli altri compagni di viaggio.

    La sintesi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...