un percorso circolare

Solo l’ingenuità suscita autentica simpatia. La splendida, immensa, ricca, gravida madre di bellezza, cioè la cultura europea, lascia varchi continui alla nostalgia del primigènio, del sorgivo zampillare di sentimenti freschi, immediati. Così vale per un popolo, per una letteratura, così come per la storia personale. Tutto il sapere, il conoscere, il perfezionare, alla fine funziona se sai comunque ripartire dall’inizio, dalle sensazioni pure, incondizionate. È un percorso circolare, quanto più ti avvicini alla vera bellezza, alla vera qualità, più sei tornato ai primi passi, all’essenziale. Del resto è il vero senso della vita, tornare al nulla, dopo aver fatto girare, per il tuo turno, la ruota del tempo. Mai tristezza, se sei triste allora non hai capito che gioco era.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale, momenti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a un percorso circolare

  1. poetella ha detto:

    “se sei triste allora non hai capito che gioco era”
    Bravo Diego.
    Proprio così…

    • diegod56 ha detto:

      grazie cara L., certo un po’ di tristezza è inevitabile nel corso d’una vita, anche nel corso d’una vita fortunata, ma non deve essere una tristezza vincente e paralizzante

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...