sulla teatralità in eccesso

Secondo me una teatralità sguaiata è tipica, anche fuori dal gioco del teatro, d’una supeficialità, d’una incomprensione di fondo su quel che è il vero dramma, la vera tragedia dell’ essere-nel-mondo. L’ambiguità irrisolta dell’essere materia che pensa, intrisa d’un dolore ineludibile perchè altrimenti non sarebbe data consapevolezza, è il vero dramma. Un abisso dove la miglior comprensione del problema la manifesta chi sta composto, chi, con greca malinconia, sfuma il confine del dolore nella gioia di esistere. Un abisso che spaventa e affascina, senza un grido, nel silenzio d’un cosmo dove tutto è e non è.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in frammenti, ironia culturale. Contrassegna il permalink.

2 risposte a sulla teatralità in eccesso

  1. poetella ha detto:

    ah, Diego!
    la greca malinconia!
    splendido post!

  2. diegod56 ha detto:

    carissima Poetella, ti rivelo da dove è partita l’osservazione, da una recensione teatrale del mio maestro in filosofia

    http://www.biuso.eu/2016/06/16/respiro/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...