vicini di cani

«Quanta gente attaccata a cani e gatti e poi lascia sola e affamata la vicina. No, per favore no!»
Questa frase di Francesco, il papa argentino, non suscita in me, come invece quasi sempre m’accade con le esortazioni di quest’uomo, l’assenso incondizionato. Non è semplice. Da un lato è evidente come i cani ed i gatti posseduti dagli umani benestanti se la passano assai meglio degli esseri umani poveri. È evidente che certi spot pubblicitari che mostrano prelibatezze in vendita per il palato di bestiole ricche e un po’ antipatiche sono un insulto alla miseria di molti umani. Però non è vero che chi ama il proprio cane ed il proprio gatto è necessariamente indifferente alle sofferenze umane, alle ingiustizie sociali che ne sono la causa principale, alle istanze di dignità dei «dannati della terra» di Frantz Fanon. Secondo me il rapporto affettuoso e amichevole con un animale è invece una scuola di affettività e di senso di comunanza con la vita che puo’ rendere migliori le persone. Forse l’importante è assomigliare un po’ davvero ai nostri cani, alla loro intensità e purezza di sentimenti. Poi la frase contiene un riferimento alla vicina affamata che è evocativo, ma purtroppo inadeguato ai nostri tempi, alla tendenza inesorabile delle nostre città a creare quartieri distinti per ceto sociale, per cui un ricco difficilmente ha un vicino povero. Comunque, la questione è ricca di prospettive anche contraddittorie, così come i sentimenti che mi ha evocato la frase suesposta.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a vicini di cani

  1. Sara ha detto:

    Pitagora sosteneva l’opportunita’di astenersi dal versare sangue degli animali, in modo tale da astenersi del tutto dal versare sangue.

  2. Julo d. ha detto:

    A mio avviso questa del papa è una delle frasi meno capite (causa soprattutto i mezzi di disinformazione).
    Non ha detto che bisogna amare gli esseri umani e non gli animali
    Non ha detto che chi ama gli animali non ama gli esseri umani.
    Ha detto che è “sbagliato” amare gli animali e “non vedere” gli esseri umani.

  3. Sottopongo il quesito a Frida e poi vi faccio sapere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...