meglio essere il cane

Quanto dolore c’è ai margini laceri di questa vecchia Europa. Filo spinato, nell’epoca della grande tecnologia, nel tempo della più mirabolante virtualità, filo spinato. Nel tempo delle barriere del tempo annullate, nel tempo del tutto possibile, ritorna il filo spinato a lacerare i corpi degli umani in sovrappiù. Le nostre plebi, i pingui poveri nostrani, si apprestano ad annuire al disegno dei potenti, meglio essere il cane del signore che lo straniero umano inerme. Che brutto fango, è quasi impossibile esserne fuori.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

9 risposte a meglio essere il cane

  1. kalosf ha detto:

    …e nella visione accecata di alcuni perfino parole innocenti diventano negazione di margini…

  2. poetella ha detto:

    che tristezza…
    poveri figli nostri.

    • diegod56 ha detto:

      Marina, Marina carissima, ero indeciso, ma non si puo’ scriver solo cose piacevoli, magari è un inutile sfogo, ma inutile non è mai capire

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...