la bugia più onesta possibile

Non scrivo quel che penso, ma quel che vorrei pensare. Assomigliare a se stessi, depurati dell’angoscia, è la bugia più onesta possibile. Oltre, si passa il ciglio dell’orrore, bisogna dunque fermarsi lì.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in frammenti, momenti. Contrassegna il permalink.

9 risposte a la bugia più onesta possibile

  1. poetella ha detto:

    ?
    (no, è che io scrivo sempre quello che penso…)

  2. Pasquale ha detto:

    Oltre, si passa il ciglio dell’orrore, bisogna dunque fermarsi lì.

    La domanda da porsi è CHI pensa. Domanda elusa, negata dall’illusione determinata dalla fede nel padreterno che si compiace del proprio assopirsi al cospetto della propria immagine stagnante nel proprio innamoramento: d’io. È autoipnosi. Chiunque scriva sul serio sa che è scritto, che è pensato, che è detto. Il resto è chat and badge. La chiacchiera romantica. Tira ancora perchè, come ben sai, è mignottona.

    • diegod56 ha detto:

      ci vedo assai Lacan, nel tuo appoccio; certo caro Pasquale, «chi» pensa è la domanda più profonda e inevasa

  3. Pasquale ha detto:

    Un po’ di Lacan e molto Pascal, Pascual. Pascà. Ho succhiato dieci anni di analisi e un po’ di me mi intendo.
    Io non ama scrivere ma egli sì. Oppure egli non ama scrivere ma io sì. Ai posteri l’ardua scemenza. Abbracci.

    p.s. secoli fa la mia ultima professoressa di filosofia mi disse, Capisco che lei è troppo impegnato a pensare la sua per avere voglia di esaminare la filosofia altrui. E alla maturità il gesuita (ma professore di filo in un classico di padova) che mi interrogò, riletto il mio tema di letteratura, mi guardo sorridente e, Va bene, non credo che a lei piaccia Hegel, le va se invece parliamo di NIetzsche?

  4. Pasquale ha detto:

    Cacetto direbbe in catanese Alberto.

    p.s tu sai che vecchissimo Jung ebbe a scrivere che stava cercando in tutti i modi la semplicità. Ma quanto è difficile, concluse.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...