elmetto e pantofole

Per una serie di circostanze, non sto leggendo nessun libro, in questo periodo. Non è un bene, i libri mi aiutano a stare a galla. Ho saputo oggi che un vecchio amico, col quale ho condiviso viaggi, complicità, molta musica, sta male. Cioè mi hanno detto che sta meglio, per farmi contento, ma io non lo sapevo che stava male. Ed ora lo so. 60 primavere sono un campo minato, troppo giovane per lasciarci la buccia, troppo vecchio per poter rimandare l’ineluttabile disastro della vecchiezza. Ma in fondo sono un duro, non a caso in Friuli ero negli assaltatori. Ventre a terra, nel fango, la vera guerra è sempre e solo fanteria. Vecchiaia schifosa, non mi fai paura, morirò in battaglia. Forse.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a elmetto e pantofole

  1. kalosf ha detto:

    Un passaggio intenso il tuo. Doloroso e realista insieme. In fondo l’ultimo combattimento è quello. Prego di non avere altra arma tra le mani che l’amore…

  2. poetella ha detto:

    a poetella, la Pasionaria… la vecchiaia non fa paura. No, fa schifo.

  3. Pasquale ha detto:

    Genio pionieri – 104° btg. Torre – Remanzacco di Udine. Sempre in stato Charlie.

  4. Pasquale ha detto:

    Il mio colonnello, costretto a congedarmi, telefonò a mio padre, ennesimamente malato, per dirgli l’EI perdeva un bravissimo soldato: me medesimo. Ingenuo il poverino.

  5. Sono al tuo fianco, mio capitano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...