breve trattato sulla creazione musicale

La musica risulta piacevole quando l’orecchio è piacevolmente sorpreso. Questione di equilibrio fra due istanze contrapposte. Il suono deve essere quello che l’orecchio attende dopo il suono iniziale, come a cercar riposo alla tensione, alla domanda che ogni suono implica. Però, per converso, è necessario, perchè il brano musicale sia interessante, anche una certa sorpresa, un suono ben incardinato ma non troppo scontato. Poi è sicuramente importante, se vogliamo ghermire la fisicità, un pulsare, un ritmo sempre allusivo del battito del cuore. E ancora il timbro, il gusto sonoro, il suono che evoca la materia, il legno, il fiato, la voce che lo spingono nell’aria. E poi anche lo spazio, il senso del vasto o dell’intimo.
Diversi studi dimostrano la potenza emotiva della musica e indicano nell’ippocampo la struttura cerebrale essenziale perchè l’ascolto provochi la produzione di potenti endorfine (o qualcosa di simile, non ho i testi sotto mano, qui). E l’ippocampo presiede anche all’organizzazione della memoria, e infatti la musica non agguanta solo il nostro attimo presente, spesso ci accarezza nel nostro passato.
Detto questo, peccato che non sono un musicista, o forse è meglio così, forse giocherei troppo con le emozioni altrui.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.

3 risposte a breve trattato sulla creazione musicale

  1. Julo d. ha detto:

    Peccato che hai cancellato “Le parole, bastano le parole”. Forse ti sei reso conto che anche nelle parole c’è tanta musica. O forse si dovrebbe dire che ci potrebbe essere. Perché sempre più spesso, sia la musica odierna che i discorsi attuali, non sono altro che cacofonia.

    Pace e benedizione
    Julo

    • diegod56 ha detto:

      Julo carissimo, in realtà ho tolto quella frase perchè temevo fosse scambiata per un’autoincensazione dello scrivente. La musica è ricca di tesori che stanno nella musica stessa ed anche nell’anima che ascolta, ma ci torneremo su, per questo aspetto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...