la guaina

Non so se gli altri provano questa solitudine totale, fatta di unicità. Il mondo, la storia, i libri, le città, le arti, tutto questo faticare, a volte gioire, più spesso soffrire delle genti, a volte mi trascinano e non penso che io sono soltanto io. Questa esperienza, questo fruscìo che pulsa a 300 millisencondi, dalle sinapsi verso la periferia del corpo e viceversa, la vivo solo in un corpo, quel corpo che porta il mio nome. Questa unicità che è immensa solitudine, per fortuna non la avverti di continuo. Fa paura. Ma se riesco a sopportarla, arriva una quiete, una costatazione che in fondo non me ne importa nulla, perchè nulla sono. Non so se altri, anche le isole più vicine, la provano questa solitudine totale, forse sì, ma ognuno ha la sua, è una guaina che non si toglie, mai.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

6 risposte a la guaina

  1. poetella ha detto:

    proprio così, Diego.
    magari ogni tanto, ma proprio ogni tanto… la slacciamo un po’…
    per prendere fiato.

  2. tramedipensieri ha detto:

    …anche nelle isole vicine…non proprio “più vicine”…però è così
    (con l’aggiunta dell’isola-mento geografico.)

  3. kalosf ha detto:

    il tuo post è molto intenso, come il sentimento che racchiude…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...