il senzacravatta e il motociclista

In qualche modo la strategia del motociclista è più coerente di quella del senzacravatta, e, se il suo partito fosse detentore di un potere dittatoriale, forse avrebbe anche ragione: una rottura decisa di una logica per approdare ad un’altra forma di organizzazione del potere economico; ma è una scelta molto molto molto scomoda, non è per rivoluzionari da salotto a paga garantita. In qualche modo è più realista il senzacravatta, che a fine mese vorrebbe poter pagare i dipendenti dello stato, ma per altri versi è chiaro che è diventato il sacco da botte di tutti, quello che si becca le cartate in faccia, il (non) potere che è una gogna mediatica.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a il senzacravatta e il motociclista

  1. Sara ha detto:

    Arrivano ultimi e pagano per tutti. Capita anche da noi.

  2. diegod56 ha detto:

    come dire: chi rimane col cerino in mano, cara Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...