eko ranger

Sciamano i turisti con gli occhi a mandorla verso i traghetti, nella luce vivida della domenica mattina. Stivali da cow boy, allampanato, lieve sorriso ironico e fatalista. Il blues man dall’aria slava improvvisa accordi aperti, niente male, per la vecchia Eko ranger. Chitarra dreadnought, con qualche crepa nel laminato, residuato bellico degli anni ’70, suono grezzo ma potente. Cosa c’è di meglio, gustando la focaccia, che ascoltare questo tipo, e questo suono che viene dal mio passato? Mi guarda, un cenno di saluto, venti centesimi son troppo pochi, butto un cinquantino nel berretto. Lui forse non lo sa, ma qui in Liguria ci si allarga poco, con le palanche. Buona fortuna, bluesman.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in momenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...