sul crinale

Pessimismo e pigrizia. Ottimismo e stupidità. Ogni atteggiamento, ogni umana inclinazione, è sempre sul crinale fra il giusto e lo sbagliato. Il pessimismo è frutto anche di lucidità e capacità di cogliere la realtà, ma oltre un certo limite è il pretesto della pigrizia. Anche l’ottimismo puo’ scivolare nella sventatezza, un garrulo canto nel pieno del naufragio. Comunque, l’importante è non esser troppo soli, a sbagliare.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.

6 risposte a sul crinale

  1. Julo d. ha detto:

    A proposito di ottimismo-pessimismo ricordo che nell’altro millennio lessi una frase che mi colpì molto:
    “A lungo andare può darsi che il pessimista abbia ragione, ma intanto l’ottimista se l’è goduta molto di più”.

    Serve una virtù molto dimenticata: la moderazione, la giusta misura. Anche il medicinale migliore se preso a dosi sbagliate (troppo o troppo poco) fa male.
    Ma è una virtù dimenticata perché difficile. Si tratta di camminare in cresta. Fai più fatica, è più pericoloso, ma i panorami che vedi, la gioia che provi, chi cammina a fondo valle neanche li può immaginare! Farà meno fatica, ma avrà anche tanto altro di meno!

    Pace e benedizione
    Julo d.

  2. Con i figli ti accorgi inevitabilmente che quel confine devi reinventarlo ogni giorno. E spesso ti senti solo, quanto temi di sbagliare e quando speri di aver fatto giusto. Ma altrettanto spesso scopri che non si è mai veramente soli né a sbagliare, né a far giusto o a correggersi. E piano piano si impara che forse non è definire il giusto e lo sagliato, il senso della vita (o quaunque altra dicotomia), ma questo ri-definirli ogni giorno, trovarsi ogni giorno in disaccordo con se stessi senza distruggere l’uno o l’altro punto di vista, perché l’unica ‘vittoria’ possibile di queso conflitto sta forse proprio nell’armonizzarli, e riarmonizzarli, e riperdere l’equilibrio e ritrovarne un altro, continuamente. A volte è così faicoso da far male, a volte il panorama dalla cresta ti ripaga di tutto :)
    Un saluto
    Alexandra

    • diegod56 ha detto:

      d’accordo, si cammina sul crinale, e l’equilibrio è un continuo aggiustamento

      grazie dell’esempio preciso sul tema

  3. tramedipensieri ha detto:

    In un ultima analisi sempre meglio non stare soli .sulla cresta o meno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...