generosità intergenerazionale

La circolare inps, con sadica puntualità, ha spostato ulteriormente il limite d’età per avere la misera e strasudata pensione. Il motivo è l’aumento della previsione di durata in vita. A me pare una profonda ingiustizia e spiego il perché. L’aumento di aspettativa di vita è dovuta, per i tanti delle precedenti e fortunate generazioni, al fatto che sono andati in pensione presto, intorno ai 50 anni. È ovvio che con tutto questo riposo questi camperanno ancora molto a lungo. Ma lo spostamento in avanti dei requisiti ce lo prendiamo noi, quelli che dovranno lavorare fino alla morte per versare i contributi.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.