la prima bugia

Quanta luce sull’intonaco, al lato ovest del cortile. Tutto proviene dalla luce, da quella copiosa e immensa sorgente d’energia. Anche il mio corpo, anche quel po’ di materia provvisoriamente aggregata in me, deriva da quella esplosione, da quella cosmica ed esagerata vicenda. Forse tutta questa importanza che ci diamo deriva dall’uso delle parole. «Io sono», la prima bugia su cui gli umani tutto hanno inventato. Spero che presto, su quell’intonaco caldo, verrà, immobile, la verde lucertola, a scaldarsi il sangue. Esco al sole, fra poco, con lo stesso intento e (mai ci riuscirò, invero) con la stessa innocente felicità.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale, momenti. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...