Non è sbagliato mettere in gioco

Io penso che gli auguri che ho ricevuto e quelli che ho fatto siano stati sinceri. Il timore di esser troppo sdolcinati e convenzionali è comprensibile, ma osare un poco, nella dolcezza delle parole, è altrettanto giusto. Giusto verso i ragazzi, che vogliono il nostro affetto semplice, e ancor più giusto verso i vecchi, perchè ogni augurio contiene anche un saluto possibile, ogni anno più possibile. Non è sbagliato mettere in gioco una dose d’ingenuità. La vera fregatura è stare sempre troppo attenti a non farci fregare, magari vinceremo la partita, ma avremo perso il gusto di giocare. Molto di noi è impastato delle primissime carezze, dei primissimi sorrisi, dei primi respiri, del battito del cuore del seno che ci ha nutriti. Quel che di buono c’è nel mondo viene di lì, anche le più grandi magnificenze della scienza e della tecnica, anche l’impulso delle migliori energie dell’umana avventura, vengono di lì. E tutto il male, il tanto male, viene dalle volte che l’oblìo ha sepolto la prima dolcezza. Non è una faccenda astratta, è l’impasto vivo della nostra vita.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in momenti. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Non è sbagliato mettere in gioco

  1. poetella ha detto:

    mi si racconta che io abbia preso latte artificiale fin dai primi giorni di vita…
    (sarà per quello?)

    • diegod56 ha detto:

      cara Lucia, non saprei perchè non sono un competente, penso però che l’affetto dell’alba della vita sia essenziale, al di là delle tecniche contingenti

  2. libera.mente ha detto:

    in effetti mettersi in gioco risulta sempre più complesso, ma le mani nella creta e l’impasto è una grande attrattiva, è il gioco primordiale, si nasce giocando ogni volta quindi tanti auguri a noi!

  3. dafnevisconti ha detto:

    bella la parola impasto ..

  4. “Non è sbagliato mettere in gioco una dose d’ingenuità. La vera fregatura è stare sempre troppo attenti a non farci fregare, magari vinceremo la partita, ma avremo perso il gusto di giocare.” Ecco, è un po’ quello che penso sempre quando leggo, vicino a Natale, tanti post pieni di cinismo, magari non infondato, però… però che bella cosa l’ingenuità, qualche volta, quando permette di lasciarsi andare un po’ di più senza pesare troppo i pro e i contro.
    Un saluto e un augurio… per l’anno nuovo ormai :)
    Alexandra

  5. Da quando mi sono “fermata”, aggiungo sempre “un abbraccio” nelle mie email. Bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...