la barca è quella

Se non puoi essere un pino sul monte,
sii una saggina nella valle,
ma sii la migliore piccola saggina
sulla sponda del ruscello.
Se non puoi essere un albero,
sii un cespuglio.
Se non puoi essere una via maestra
sii un sentiero.
Se non puoi essere il sole,
sii una stella.
Sii sempre il meglio di ciò che sei.
Cerca di scoprire il disegno
che sei chiamato ad essere,
poi mettiti a
realizzarlo nella vita.

(Martin Luther King)

Non sono un amante dell’afflato retorico di queste frasi, ma, gradatamente, ho compreso che l’atteggiamento, la strategia che sottengono, è giusta. È importante capire come sei, quali sono le tue qualità e i tuoi limiti, e su quelli costruire, agire, dispiegare i giorni. Mi pare che anche la psicologia junghiana lavori in direzione non molto diversa, cioè nel capire chi sei.

Comprendere chi sei non è però troppo semplice, o meglio sarebbe semplice se un uomo non fosse anche il crocevia, il crogiolo, la conseguenza dell’ambiente, del linguaggio, delle relazioni in cui è immerso. Il corpomente è struttura predisposta all’imitazione, all’assorbimento (ad esempio: basta risiedere da tempo in una regione per prenderne rapidamente l’accento).

Chi sono? Non sono forse il precipitato delle voci, degli odori, delle carezze, dei suoni cui il mio corpomente, piccolo e indifeso, è stato esposto in tenera età? Tenera età vuol dire età malleabile. Non sono forse il precipitato delle speranze, dei collettivi canti, delle dolcezze e delle asprezze delle bande da ragazzi?

Comunque d’accordo, son quel che sono. La barca è quella (un po’ vecchiotta e scassata a dire il vero) e con quella si prende il mare.

 

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a la barca è quella

  1. libera.mente ha detto:

    Lo penso anche io le cose sono come sono però in questo sono magari c’è un io che danza oltre tutto il resto

  2. Mio padre diceva sempre: “Meglio essere testa di sardina che coda di pescecane”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...