Archivi del mese: ottobre 2014

ma non si piega

Non ricordo mai come si chiama. Quando mi incontra sul filobus però mi parla, sotterranea complicità che trovano in me quelli strani, gli eterodossi. Del resto sto nella terra di nessuno, fra i pazzi e i normali, vado bene per … Continua a leggere

Pubblicato in momenti | 9 commenti

quel qualcuno

Il verbo esistere condensa già in sè tutto il problema. Quando io penso che esisto, chi è che lo pensa? Prima di pensarci (di esistere) esistevo sì o no? Se penso che esisto perchè esiste un corpo che porta il … Continua a leggere

Pubblicato in ironia culturale | 7 commenti

non andateci

Ai politici, Grillo e Renzi per esempio, scrivo che farebbero bene ad evitare passerelle mediatiche in mezzo al fango, ben protetti dalla scorta. Non andateci, è solo un’esibizione di potere, rimanete sobriamente a fare il vostro lavoro, lontano dalle amate … Continua a leggere

Pubblicato in ironia culturale | 4 commenti

I Racconti di Clara

Mi piace offrire, col consenso del suo autore, un capitolo del libro «I racconti di Clara». Questa edizione si incardina in tutta la grande attività del suo autore, Mauro Petracchi, a favore dei diritti e del benessere gli animali. Il … Continua a leggere

Pubblicato in suggerimenti | Contrassegnato , | 4 commenti

δύναμις (energia)

Teso, dalla bocca del golfo, il vento. Come gigante che si libera del mantello, sospinge le nubi verso ovest. Dallo squarcio, la luce. Vibrano, girano impazzite le girandole dei bimbi, sul terrazzo al lato opposto del cortile. È il movimento … Continua a leggere

Pubblicato in momenti | Contrassegnato , , | Lascia un commento

quasi libri, idee e riflessioni

Chi ha la pazienza di leggere le mie noterelle, sa che mi occupo di grafica e di tipografia. Vorrei raccogliere qualche ragionamento su un progetto. Il progetto è la creazione di una serie di ebook che contengano scritti per lo … Continua a leggere

Pubblicato in ironia culturale | 8 commenti

ormai ogni ottobre

Genova così muore. Ormai ogni ottobre in Liguria è un mese di disastri. Il cielo, violentato dalle emissioni dei combustibili fossili, diventa una minaccia tanto cupa quanto prevista. Occorre un cambio radicale di civiltà.

Pubblicato in Uncategorized | 13 commenti