ogni donna

Nella serata di ieri, nella bella ambientazione del Chiostro di San Francesco a Sarzana, ho assistito al recital di Emanuela Grimalda. Il titolo (Le difettose) è quello del libro da cui è tratto, di Eleonora Mazzoni. Il tema è un tema femminile molto complesso, quello delle maternità «tardive». Vicende in cui l’aspetto medico diviene prevalente, a volte ossessivo, e dove si intreccia la storia di vita della donna, della sua maternità troppo rimandata o tardivamente cercata. Molta ironia, grande capacità di fare teatro sul filo del comico e del drammatico. Una sola attrice che dà volto a più personaggi, con trascinante efficacia. Certo il tema è particolare. Debbo dire che su questo argomento un uomo non puo’ e non deve scrivere e, assolutamente, giudicare. La predisposizione alla maternità comincia a 15 anni ed è sicuramente una forzatura attendere di esser sulla soglia dei 40 anni per decidersi, forse per risolvere più un problema psicologico che per un «normale» corso della femminea esistenza. Però qui mi fermo, un uomo non puo’ capire e il silenzio rispettoso è, a mio avviso, l’unico atteggiamento possibile. Ogni donna ha la sua storia, e ogni donna è una donna completa, se vuole, anche senza figli, secondo me.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.

8 risposte a ogni donna

  1. poetella ha detto:

    e aggiungo che non saranno certo i figli a completarla, se completa non fosse già di suo…
    dico io…

  2. mariella1953 ha detto:

    Penso che una donna ad una certa età senta impellente il desiderio di maternità ….indubbiamente è un tema molto delicato e dalle molte sfaccettature ….

  3. Sara ha detto:

    io non ho figli e quando lo dico talora le donne rimangono perplesse per il fatto che non sia affranta per questo motivo, mi viene anche un po’da ridere se ci penso. A mio giudizio,senza andare troppo lontano, per tante donne, la maternità anche in tempi recenti è ancora l’unica biografia possibile.

    • diegod56 ha detto:

      dar per scontato che una donna senza figli ne faccia un dramma sempre e comunque è un pregiudizio, invece altra cosa è rispettare il suo stato d’animo per quello che è

  4. dafnevisconti ha detto:

    l’istinto di maternità, quando c’è, è potente come solo le forze della natura possono esserlo, ma se non c’è nessun problema : quella donna ed il mondo intero procedono comunque nel loro naturale svolgersi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...