più del negazionismo

Quel che sta accadendo in Palestina, oltre a tutto il resto, arreca un grande danno anche al ricordo e alla memoria degli Ebrei che subirono la persecuzione nazista. Forse davvero, più d’ogni sciocco negazionismo, questi eventi rischiano di cancellare il rispetto ai perseguitati.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in momenti. Contrassegna il permalink.

14 risposte a più del negazionismo

  1. tramedipensieri ha detto:

    Già
    ..come passare da parte della ragione al torto…

    comunque sia penso sia simile alla situazione di un bambino che, crescendo nella violenza, non impari altro.

  2. L’ha ribloggato su e ha commentato:
    come non essere d’accordo!

  3. lois ha detto:

    È fuor d’ogni dubbio. Questi attacchi scellerati non possono essere giustificati in nome di alcun passato. E le bombe ‘sbagliate’ non possono essere dichiarate degli ‘sbagli’. Questa volta il diritto alla difesa ha suprato di gran lunga i limiti, divenendo nuovo genocidio. E non c’è Dio che possa giustificare tutto ció!

  4. diegod56 ha detto:

    «E le bombe ‘sbagliate’ non possono essere dichiarate degli ‘sbagli’.»

    è vero, il termine «sbagliate» è agghiacciante

  5. unmateamargo ha detto:

    Lo vado pensando, e dicendo, da anni, ci ho scritto anche su qualche anno fa, ci sto da cani ogni singola volta e poi mi scatta non tanto la rabbia quanto piuttosto una sorta di “ribellione”.
    Si, ribellione contro una specie di “senso di colpa” collettivo di cui il mondo sembra soffrire nei confronti di Israele… per cui, alla fine, a Israele si perdona tutto (a livello governi intendo), ma – e scusate se le mie parole possono magari offendere qualcuno- senza voler negare l’orrore dell’olocausto, il mondo di oggi non è responsabile del genocidio nato dalla follia hitleriana che dunque non dovrebbere essere “scusa” all’altrettanto folle genocidio che Israele sta commettendo oggi.
    La Shoa deve generare orrore e compassione (nel senso cristiano di : patire con), e sottolineo deve, ma compatire non vuol dire giustificare: l’orrore di ieri non giustifica in alcun modo l’orrore di oggi.
    Come ebbi, appunto, a scivere in quel mio vecchio post: Israele ricordi che “mia è la vendetta, dice il Signore” e nessuno ha dato a quella nazione il diritto di prendere il posto di Dio.

  6. Biuso ha detto:

    Caro Diego, segnalo un appello sottoscritto da numerosi premi Nobel per la pace, da intellettuali e da artisti.
    Lo condivido interamente.

    http://ilmanifesto.info/solidarieta-alla-palestina-premi-nobel-artisti-e-intellettuali-chiedono-un-immediato-embargo-militare-ad-israele/

    • diegod56 ha detto:

      grazie caro Alberto, so quanto ti sta a cuore questo tema, non solo in questi giorni in cui è più in evidenza nei media «grandi»

  7. Biuso ha detto:

    L’Organizzazione delle Nazioni Unite condanna «l’assalto a Gaza» e chiede una commissione d’inchiesta sulle «vaste, sistematiche e flagranti violazioni dei diritti umani e delle libertà dei palestinesi». Gli USA votano contro e quindi si blocca tutto. L’Italia si è astenuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...