neppure a lui

Seppur nella profonda, totale, frontale, avversione politica (e finanche antropologica) che provo verso il Dell’Utri, trovo davvero sgradevole l’idea di limitare i libri ad un detenuto, chiunque esso sia.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.

8 risposte a neppure a lui

  1. Biuso ha detto:

    Condivido per intero le tue parole. Non sapevo di questa notizia. I libri vanno dati a chiunque li chieda, qualunque azione abbia compiuto. La lettura è un diritto primario di tutti gli esseri umani, oltre che un evidente strumento di riscatto.
    Limitarlo è espressione della violenza peggiore, la violenza degli stupidi. Una caratteristica, la stupidità, che è intrinseca al potere.

  2. Intollerabile, davvero.

  3. lector ha detto:

    Sì, è senz’altro una violenza becera, stupida e gratuita. Alla Baldur von Schirach, per l’esattezza. Probabilmente, se capitasse a me, mi vedrei finalmente costretto a scrivere pur di avere qualcosa da leggere.
    Ma, visti tutti i danari che il nostro ha rubato alla comunità, senza restituirli, se vuole tanto dedicarsi alla lettura, che offra in cambio di donare una biblioteca al carcere.

  4. mariella1953 ha detto:

    Trovo pure io insensato questo divieto…condivido l’idea di lector !che doni una biblioteca al carcere tanto con tutto quello che ha preso può farlo!

  5. redpoz ha detto:

    Concordo… con l’unica precisazione che a Dell’Utri non dovrebbe esser concesso (né in carcere, né da uomo libero) di esercitare false pretese da bibliofilo, come quando spacciò di aver rinvenuto i “diari” di Mussolini

  6. diegod56 ha detto:

    cari amici, ringrazio tutti per i commenti, interessanti e pertinenti; naturalmente la mia perplessità riguarda quell’aspetto del regolamento e quindi tutti i reclusi allo stesso regime, non certo una perplessità «ad hoc» per il recluso «famoso»

  7. Pasquale D'Ascola ha detto:

    Per un bibliofilo intero o parziale che sia, è un piccola forma di tortura. Da fargli un pacchetto con dentro una BIbbia. E per una volta non si tratta di sarcasmo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...