il fresco rinfranca le idee

Mi siedo apposta accanto al motore, sul bus, per rubare tepore. Freddo pungente e strano, per una sera di fine aprile. Eppure il fresco rinfranca le idee. Nulla ha un senso, tanta strada fra mille e mille pagine, per arrivare dove? Ma ecco l’idea semplice, e mi vien quasi da ridere. Nulla ha un senso, certo. Ma io sono il senso, è quel gioco che danza fra le sinapsi, quel continuo «giocare» a conferire significato al flusso delle luci, dei suoni, degli odori, delle vibrazioni che scorrono sulle vie nervose. Io sono il senso, altrimenti non saprei di essere. Dalla fermata verso casa, mi sento leggero, mi garba il fresco della sera.

Consiglio di lettura.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale. Contrassegna il permalink.

13 risposte a il fresco rinfranca le idee

  1. Pasquale D'Ascola ha detto:

    Garba eh?, Essere un senso. L’errore starebbe nel cercare di essere un senso per qualcuno; errore che i gatti non compiono; campano e muoiono, nel frattempo soffrono; qualcuno gli tira calci o deposita croccantini succulenti in una ciotola. Tutti buddisti i gatti.
    Un abbraccio

    • diegod56 ha detto:

      «Tutti buddisti i gatti» e oltre a tutto non fanno nessuna grande concentrazione e meditazione per arrivarci, a quel livello

  2. lector ha detto:

    Spiacente, Diego.
    L’aveva già scoperto Max Stirner.
    Alla faccia di Marx ed Engels.

  3. Biuso ha detto:

    “io sono così ignorante che le cose me le riscopro da me!”
    Formidabile Diego :-)

    • lector ha detto:

      Caro Biuso, sono arcisicuro che Diego non solo conosce perfettamente Max Stirner, ma anche le cento e più pagine di pesante critica che gli dedicarono Marx ed Engels nella loro “L’ideologia tedesca”. Se non fossi stato più che certo di rivolgermi a un interlocutore al quale i riferimenti erano ben noti e perciò pienamente conscio che la mia era solo d’una battuta, non avrei mai scritto quel commento.

      • diegod56 ha detto:

        lector, carissimo, si vede che mi sei affezionato proprio;

        guarda che io ritengo davvero di essere abbastanza raffazzonato come cultura, di essere solo un dilettante dotato d’una certa faccia tosta; tu sei, a mio avviso, più colto di me e, siccome sei una persona di classe, non lo dai a vedere

        vai tranquillo a scrivere, qui sei a casa tua

        • lector ha detto:

          Ti ringrazio Diego – anche se sulla mia effettiva “cultura” mi limito a citarti Trotsky a proposito del presidente dell’Assemblea Costituente al tempo della Rivoluzione di Febbraio, Ceròv [*] – e scusami ancora per l’inopportuna ingerenza.

          [*] “Con delle conoscenze notevoli, ma non collegate in unità, piuttosto divoratore di libri che persona colta”

      • Biuso ha detto:

        Caro Lector,
        non volevo minimamente intervenire sulla questione, anche perché sono certo della vostra stima reciproca e cerco di seguire la regola della minore ingerenza possibile nei dialoghi altrui.
        Il mio è stato soltanto un modo per esprimere quanto mi sia piaciuta la battuta/verità di Diego. Talmente piaciuta che mi permetto di applicarla anche a me stesso su un sacco di tematiche.
        Con tutta la mia stima.

    • diegod56 ha detto:

      grazie caro Alberto; ma non era una battuta, era la verità!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...