nel labirinto delle storie

Sotto la pensilina, le vecchie signore con la borsa ingombra del mercato. Discorsi sul passato, sui bei tempi, autoironico rimpianto nel salutarsi ridendo: «Ciao, ragazze!»

Ascolto, provo intensa simpatia. Potrebbero essere la mia mamma, se fosse campata quel che era giusto. Ma questa simpatia, è proprio la vera forma di conoscenza. La vera conoscenza è intreccio fra interpretazione del presente e narrazione del passato. Non trovi nel conoscere oggettivo l’essenza del Sé. È l’esperienza (dolore, gioia, rimpianto, attesa) che manifesta il Sé. O meglio ancora: suggerisce l’esistenza, il permanere, di un Sé.

Ma, in verità, dopo emerge la domanda: a chi suggerisce? Nessuna, nel labirinto delle storie, è il centro di me stesso.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...