buoni narratori

Cosa c’è di più sapiente d’un istinto? Uno slancio, una tensione, un desiderio filtrato e purificato da infinite generazioni, da una lunghissima sequenza di vite è ben più denso di sapienza che il fragile costrutto d’un precetto sociale, morale, giuridico. Eppure ci si crede razionali! Secondo me al massimo siamo buoni narratori d’una pagina scritta ben prima e ben oltre di noi. E non è poi male saper scrivere, ma senza sopravvalutarsi.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a buoni narratori

  1. harleyquinn86 ha detto:

    E io credo che il difficile sia saper ascoltare quell’istinto, saperlo purificare da tutte le credenze per poter scrivere la propria storia.

  2. gelsobianco ha detto:

    …grosso rischio e terribile difetto è il sopravvalutarsi!
    così comune, purtroppo!

    non vi è nulla di più “sapiente” di un istinto!
    bisogna riuscire a lasciarsi scivolare…
    non è facile!

    ciao, diego!
    interessante questo tuo scritto!
    gb

  3. Bravo, è proprio il mio credo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...