come funziona l’opera d’arte

Serpeggia la nostalgia per un mondo popolato di cose che pensano, parlano, agiscono, amano, scherzano, ridono. È questa ancestrale visione animista (letteralmente: vede in ogni cosa un’anima) il vero motivo per cui, anche il più raziocinante fra noi, il più disincantato, si innamora di un’opera d’arte. L’opera che sa restituire il genio, l’estro, il gusto, la mano poietica dell’artista, ha in effetti un’anima viva. Anima intensa, a volte serena, a volte irrequieta, di fronte alla quale non ci sentiamo soli, ci esorta, ci chiama. L’arte, detto in parole povere, funziona perché ci fa compagnia.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in ironia culturale e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a come funziona l’opera d’arte

  1. redpoz ha detto:

    avevo intrapreso una lunghissima discussione sul tema. forse puoi trovarv qualche spunto di riflessione o aggiungervi qualcosa che a noi è sfuggito:
    http://redpoz.wordpress.com/2012/03/21/cercando-arte-o/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...