1400 pagine, ma ne vale la pena.

Un libro che è un viaggio nel tempo, nello spazio, nella vicenda umana e intellettuale di un protagonista della cultura italiana. E il libro stesso, il lungo lavoro di preparazione, di viaggi, di studio, che ha preso almeno un decennio alla sua Autrice, è una grande avventura. Certo, sono 1400 pagine, ma non è un libro qualunque.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in suggerimenti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a 1400 pagine, ma ne vale la pena.

  1. Enrica Garzilli ha detto:

    caro Diego, riesci al solito a inquadrare nei libri, con tono ironico e scanzonato, degli elementi seri che pochi sanno cogliere: in questo caso, il tema dei soldi e del rapporto degli intellettuali con i soldi. E poi il viaggio nel viaggio. E parlare di palanche poi! Solo tu puoi farlo..

    Che dire? Grazie della tua recensione, credo che fra le tante è quella che mi ha divertito di più e che ha portato in luce aspetti nuovi – non solo e sempre il fascismo.

    Solo due note: le pagine sono 1480 (non spaventiamo i lettori!), e inoltre solo per la ricerca del materiale e la stesura ci ho messo dieci anni esatti, più due.

    Due fra editing e riletture (non solo le mie ma di Hervé Cavallera, uno dei più eminenti studiosi di Gentile – e quindi di fascismo – al mondo, e di Roberto Donatoni, uno dei più eminenti studiosi di sanscrito e pali del mondo e fine editor dell’Adelphi), lotte con le case editrici, scelta di foto, scrittura delle mappe (se pur disegnate con maestria da Marco Goldoni, giornalista e cartografo professionista) ecc., le mille cose necessarie a fare di una enorme massa di dati e date un prodotto finito, fuibile, spero godibile: un libro!

    Hai perfettamente ragione quando dici che la copertina doveva essere fatta con il filo di refe: ma sai quanto una rilegatura diversa avrebbe fatto lievitare il prezzo? Io ho voluto un prezzo il più possibile popolare, accessibile. In fondo sono due pizze! Per quasi 1500 pagine si sarebbe dovuto pagare oltre 100 euro e non mi pareva giusto non per la quantità di lavoro e le persone coinvolte, ma perché non tutti possono permetterselo. Perché poi una diversa rilegatura e magari una copertina rigida implica anche lo sforare del peso (3 Kg), cioè il doppio di spese postali ecc. Voglio un libro che la gente legga e consulti, non che solo le biblioteche possono comprare!

    Detto questo ti ringrazio e metto il tuo post stupendo sul mio sito e su Facebook. Ad maiora, gentile Diego!

  2. Enrica Garzilli ha detto:

    ps: Lo sfondo di campagna e il background con il cinguettio di uccellini poi è stupendo!

    • diegod56 ha detto:

      è mattina presto, in un piccolo parco di città, quando c’è troppa gente mi vergogno a parlare da solo con la mia videocamera…

  3. diegod56 ha detto:

    grazie a te, cara Enrica, per la stima

    sulla rilegatura: ho comunque detto che, seppur a brossura fresata e incollata, è comunque ben resistente

    inoltre l’impaginazione, con un buon margine interno, permette di leggere bene il libro aperto

    i disegni delle cartine sono molto belli, complimenti al grafico

    per inciso: in fondo ho fatto abbastanza presto a leggerlo, il che è indicativo dell’interesse che riesce a suscitare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...