Senza quel denso fremito

I nostri sentimenti più belli non sono quelli che ci distinguono dagli animali, ma quelli che con loro abbiamo in comune.
L’amore è senza parole, è fatto di respiro. Piacere diretto, innocente, di stare vicini.

Abbiamo, lo so, una potente capacità di ricordare, prevedere, perfino raccontare, di intessere nel tempo noi stessi. Siamo la forma di vita più raffinata, in questo.
Ma gli ingredienti veri di ogni sentimento, sono gli stessi dei nostri più semplici fratelli. Senza quel denso fremito di vita animale tutta la nostra intelligenza sarebbe inutile, o meglio, non ci sarebbe affatto.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in momenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a Senza quel denso fremito

  1. dafnevisconti ha detto:

    secondo me in noi c’è qualcosa che lavora su ogni tipo di sentimento, e che solo raramente ci consente di provare quel piacere genuino come del gatto che dorme sul termosifone con le zampe penzoloni: interessante l’articolo di Massimo Recalcati “L’età del desiderio” Repubblica R2 Cultura 31 07 2012.

    • diegod56 ha detto:

      noi umani, ottima dafne, sicuramente, abbiamo un «sé autobiografico» decisamente più complesso, anche se le basi biologiche sono le stesse dei nostri amici a più zampe

  2. Boh ha detto:

    Caro Diego, “ricordare, prevedere, perfino raccontare” sono cose fatte meravigliosamente dagli animali.

    Forse l’ho già detto, non so, ma se puoi leggi “I cani non mentono sull’amore” di Masson. O prendi un cane, un gatto, un cavallo, una papera (grandi animali che ho avuto), lo vedrai da te.

    Forse anche il rospo le rane i vermi le galline il gallo e altri fratellini “minori” che ho avuto ce l’avevano ma non so: in fondo di tante forme di vita sappiamo ben poco, a livello neurologico e cerebrale, nonché cognitivo e affettivo, perché nessuno li ha mai studiati a fondo, partendo dal presupposto che non potessero avere queste funzioni.

    Però ti assicuro che le galline per esempio mi erano profondamente affezionate e sapevano di non poter sporcare in casa, quindi ricordavano e apprendevano cose meno basilari del richiamo del cibo, cose in fondo fastidiose (dover uscire da casa, dove stavano belle comode, per sporcare in un angolo del cortile!). E il grande rospo aspettava fermo da una parte la sera che rimettessi acqua pulita nel bacile di pietra. Senza paura.

  3. Boh ha detto:

    e non sappiamo se lui la notte cantasse le sue gesta o la nostra storia, che ne sappiamo dei vocalizzi del rospo, se non che ne ha diversi?

  4. Boh ha detto:

    quanto al prevedere, è dimostrato che un cane (per esempio la mia) sa benissimo quando partirò anche se non ho ancora preparato niente né tirato fuori la valigia o fatto altro né ho modificato la routine quotidiana.

    E si mette in allarme (anche se dovrebbe aver imparato che la porto sempre con me), mi tallona stretta ecc. E se leggi quel libro che dicevo vedrai che i cani prevedono molto altro.

  5. diegod56 ha detto:

    grazie carissima boh, terrò presente del testo di masson, ma anche le tue personali riflessioni sono ben preziose, per me

    meraviglioso il rospo, forse son davvero prìncipi, anche senza il bacio

  6. Boh ha detto:

    beh è una lettura piacevole, amena, diversa dai libri impegnati che leggi tu. Scientifica ma divulgativa. Ma io la tengo vicino al letto perché mi mette di buon umore, mi fa sorridere. Mi fa vedere il meglio della vita. Non è poco.

    • diegod56 ha detto:

      e no, boh carissima, tu sei una giornalista e una coltissima professoressa! io sono un artigiano un po’ eclettico e basta…

      quello che ho letto, «il maiale che cantava alla luna» ha uno stile lieve e narrativo, ma sotto c’è molta sostanza e più ci studiano e più certe sensazioni «sentimentali» sono fondate e in modo robusto

  7. Boh ha detto:

    basta Diego se no non commento più. Chi sono io? Boh…!

  8. diegob ha detto:

    ma se puoi leggi “I cani non mentono sull’amore” di Masson.

    l’ho appena finito di leggere, l’ho preso grazie al tuo consiglio, e mi è piaciuto molto, forse ne riscriverò qui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.