Nietzsche, e sei a posto.

Hai capito bene un filosofo, quando sei in grado di scrivere citazioni false? Forse no.
Però mi accadde una volta, per pubblicizzare un prodotto cartotecnico, di scrivere una falsa citazione di Nietzsche. Fu l’atto più disonesto della mia vita graficofilosofica. Naturalmente nessuno se ne accorse (anche perchè la pubblicità non era rivolta a filosofi).
Eppure ho l’impressione che per Nietzsche sussista una certa moda del citarlo a vanvera, cioè si tratta di citazioni autentiche, ma somministrate a casaccio, forse perchè tutto sommato una citazione del baffuto filosofo, seppur inattuale, si crede renda brillante anche uno scritto opaco. Mi piacerebbe sapere dagli studiosi seri, dagli studiosi veri filosofi, se non provano fastidio per questo prezzemolo nietzschiano che trovi ovunque: io penso di sì.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

11 risposte a Nietzsche, e sei a posto.

  1. Julo d. ha detto:

    A questo punto rimane la curiosità di sapere quale fosse la tua falsa citazione.
    :-)

    Pace e benedizione
    Julo d.

  2. Sara ha detto:

    Si. In linea di massima tutte le citazioni in cui non si fa riferimento all’opera mi danno fastidio, però non ho rilevato un particolare accanimento nei confronti di Nietzsche.
    Sara

  3. Biuso ha detto:

    Caro Diego, operazioni simili sono possibili con qualunque autore (non soltanto coi filosofi). Quando leggiamo una citazione, infatti, o troviamo indicati i riferimenti bibliografici -che è possibile controllare con relativa facilità- oppure dovremmo metterci a cercarli da noi. E se non abbiamo un interesse specifico, lasciamo perdere.
    Dovremmo, in alternativa, avere l’orecchio teoretico addestrato a distinguere la musica di una scrittura da quella dei suoi possibili imitatori. E questo è possibile soltanto per autori che conosciamo molto bene.
    I falsi, insomma, sono facili da creare per chi abbia interesse a farlo.
    Nel caso di Nietzsche, poi, la manipolazione fu immediata con l’edizione “taglia, copia, censura, incolla” approntata già dalla sorella Elisabeth, che pubblicò un libro che il filosofo non aveva mai scritto, dal titolo “La volontà di potenza”.
    Dispiace, certo, che un filosofo così rigoroso e onesto subisca manipolazioni e falsificazioni. D’altra parte, si tratta di un indice del suo successo.
    Per questo, come giustamente rilevato da lei e da Sara, ogni volta che si cita da un testo bisogna fornire tutti i riferimenti utili e necessari a controllare la correttezza della citazione.

    • diegod56 ha detto:

      grazie prof. Biuso, non è da tutti avere il commento, mi permetta, di uno degli studiosi più importanti in Italia sul grandissimo filosofo;
      ho notato infatti, nei suoi scritti, anche non prettamente accademici, una puntuale presenza della pagina e del testo da cui è tratta la citazione, ed è anche una delle raccomandazioni per gli articoli di «Vita Pensata»; ho intenzione di leggere quanto prima «Nomadismo e Benedizione», appena i mei impegni familiari e lavorativi me lo permettono; certo Nietzsche è immenso, e giustamente uno dei suoi allievi (intendo del Prof. Biuso), in un bel sito personale, scrive che è quasi «una malattia» tanto che affascina; rammento un mio amico psicanalista, purtroppo morto abbastanza giovane, che mi diceva che Nietzsche era per molti versi arrivato intuizioni di una profondità quasi vertiginosa; la vicenda della manipolazione da parte della sorella è molto molto interessante, grazie

  4. Orientalia ha detto:

    verissimo Diego, come la citazione del caos e la stella danzante. A uno studente ho ribattuto: “ma bisogna essere Nietzsche perché nasca una stella. Io in te vedo solo il caos”. Dico la verità, penso che da allora mi abbia odiato.:)

    • diegod56 ha detto:

      eh, eh, cara enrica, allora te ne sei accorta di questo uso improprio del grandissimo filosofo (e la tua risposta è stata molto a tono)

  5. riccardo ha detto:

    Non mi considero uno “studioso serio” nè un “vero filosofo” (anche se cerco d’essere almeno onesto, intellettualmente parlando) ma io provo spesso il fastidio cui ti riferisci.
    Perchè dico questo?
    Semplice. Nietzsche era una grande filosofo che ovviamente, come tutti i grandi filosofi, aveva una visione del mondo e della vita (la “famigerata “Weltanschauung”) molto personale, in certo modo esclusiva e purtroppo, potremmo anche dire… escludente.
    Non era uno che, scusami il termine, sbavasse per avere torme di discepoli che spesso lo citano senza tener conto dei presupposti fondamentali del suo pensiero e della sua avversione per la modernità, la democrazia, il cristianesimo, il nazionalismo tedesco ecc. (“Non concederei al giovane imperatore tedesco di farmi da cocchiere”, “Ecce homo.”).
    Purtroppo, la sua sorte è simile a quella che è toccata ad un altro grande filosofo, Kierkegaard…
    Ciao.

    • diegod56 ha detto:

      però, buon riccardo, se andiamo a vedere, tutti i grandi sono stati parzialmente fraintesi, è accaduto anche a marx di essere distorto e piegato dai vari marxismi, così come è vero che un pensiero anche contraddittorio «in sè» si presta a letture a volte contrastanti; anche se giustamente, un conto è sbagliare studiando seriamente, un altro è citare tanto per far colpo con qualche signorina; grazie del tuo commento

  6. Giuseppe Albano ha detto:

    Non solo Nietzsche, ad onor del vero, relativamente al passato, si vende al dettaglio. E’ diventata un’abitudine quella di riportare citazioni di grandi del passato con la duplice illusione di far credere di conoscerli e di apprezzarli. In realtà, non conoscono Nietzsche e, se anche arrivassero a conoscerlo, non lo apprezzerebbero affatto. Si tratta della solita quanto insipida venerazione per ciò che già si sa essere stato grande ma non per la grandezza in sé. A tal proposito, ti invito a leggere questo mio brevissimo scritto a cui fanno seguito le parole di Nietzsche proprio sull’argomento: https://pinoalbano.wordpress.com/2016/10/01/friedrich-nietzsche-il-terzo-orecchio/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.