Fingendo di andare o venire

Mi garba la pioggia. Nella sera l’asfalto è lucido, i fanali delle macchine sfarfallano riflessi sulla strada, l’aria è più pulita. È un bisogno fisico traversare da solo una città di sera, un semplice giro sul filobus, fingendo di andare o di venire da qualche parte, come quelli normali. Il raccoglimento è buona cosa, rischiara i pensieri, li rinfresca, ma non riesco a ripulire l’anima chiuso in casa. Non c’è poltrona, scaffale, musica, che possa sostituire il vagare in città. Non una strada deserta, dove allora le finestre e i portoni e le insegne spente ti chiedono ironici cosa ci stai a fare, ci vuole una strada con la gente, la gente di una strada normale, di una sera normale. Solo così, io mi distendo un pò, mi ricarico, decido di essere vivo.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in momenti. Contrassegna il permalink.

12 risposte a Fingendo di andare o venire

  1. Julo d. ha detto:

    Questa tua ‘confessione’ mi meraviglia un po’. Per tante cose ti sentivo simile, ma in questa proprio no.
    Detesto la pioggia. E della città mi piace camminare nelle vie deserte.

    Spero che questo non ti sconvolga.

    Julo d.

  2. diegod56 ha detto:

    in effetti una via troppo deserta, una via di città intendo, mi dà una leggera angoscia

    per la pioggia, forse c’è da dire che nella mia città è sempre piovuto tanto, e quindi forse i miei ricordi «profondi» si sono impressi sicuramente spesso in giorni di pioggia, nel bene e nel male

    caro julo, sulla pioggia, è più normale esser come te

  3. Biuso ha detto:

    Caro Diego, la pioggia piace anche a me, così come il “sentire” la propria città vagando in essa (la mia è Milano, che giudico meravigliosa). E mi piace molto questa sua riflessione, il suo stile.

  4. diegod56 ha detto:

    grazie prof. Biuso, son contento d’aver reso l’idea di questo «sentire» la città

  5. Boh/Orientalia ha detto:

    (dal computer dell’università) dicevo che amo camminare fra la gente, su strade vive, ma odio la pioggia. Perché mi bagno, tutto qui. E sento pure freddo.

    • diegod56 ha detto:

      cara enrica, in effetti che una persona non ami bagnarsi, è quasi ovvio; però la pioggia, almeno per me, ha una forte componente anche estetica, i riflessi sul selciato, le foglie lucide degli alberi dei viali, le gocce che riflettono mille riverberi sui vetri, e anche quella sottile trama verticale che scorgi quando il sole, radente, illumina proprio la prioggia stessa (trovo molto accattivanti quei momenti dove sole e pioggia coesistono, e non sono così infrequenti, almeno in una città piovosa come la mia); comunque, d’accordo, una bella bronchite magari ti fa passare ogni poesia al riguardo, siamo d’accordo

      aggiungo anche, carissima, a proposito del freddo, che la tua snella ed elegante figura sicuramente è più sensibile al freddo della mia corporeità leggermente sovrappeso, ahimè

  6. Boh/Orientalia ha detto:

    ahah Diego ma va’:) e poi come sai che sono snella ed elegante? (ma grazie del complimento)

    • diegob ha detto:

      per la verità qualche foto c’è sul web, oltre al filmato del convegno di perugia di cui sei stata autorevole relatore

      e poi, diciamolo, ormai solo noi ben over 50 siamo gentili come si conviene con le signore e signorine!

  7. Pioggia e vento. Le mie due dimensioni di base.
    Il vento ti ricorda che il mondo è svrano, l’aria esiste, e il mondo è divertente, la pioggia ti protegge dalle persone, le allontana e ti lascia la strada.
    Il freddo ci sta. Rende umani.
    ;)

    Voto per diego. ;)

  8. vera ha detto:

    ” …C’è solo la strada
    su cui puoi contare
    la strada è l’unica salvezza…”

    Così cantava Giorgio Gaber Ho sempre immaginato intendesse qualcosa di simile a quello che tu hi scritto.
    La pioggia è meravigliosa; camminare a sera in un parco deserto mentre piove… Che regalo è.
    Che sia per quello che il mio ombrello è grande come un’ ombrellone?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.