semmelweis

Supponiamo che oggi, allo stesso modo, venga un altro innocente che si metta a guarire il cancro. Manco s’immagina che genere di musica gli farebbero subito ballare! Sarebbe veramente fenomenale! Ah! Meglio che prenda doppie misure di prudenza! Ah! Meglio che sia avvertito. Che se ne stia maledettamente bene in guardia! Ah! Sarebbe tanto di guadagnato se si arruolasse immediatamente in una qualche Legione Straniera! Niente è gratuito in questo basso mondo. Tutto si espia, il bene come il male, si paga prima o poi. Il bene è molto più caro, per forza. (Louis-Ferdinand Céline, Il dottor Semmelweis)

Credo che in tutti gli ambienti, dallo sport al lavoro, dalla politica alla cultura, non è difficile incontrare il mediocre che fa carriera. Colui che, attraverso una certa attitudine all’esser servile, guadagna una buona posizione, al di là degli effettivi meriti, al di là delle vere qualità professionali e/o umane. Per converso si possono incontrare quelli che non fanno carriera, non hanno successo, proprio perchè troppo in gamba, troppo onesti, perchè incapaci di stare attenti a non turbare gli equilibri, incapaci di diplomazia, insomma.
La vicenda, molto cupa, del dottor Semmelweis, ce la racconta Céline in un piccolo ma incredibile libriccino (che poi era la sua tesi di laurea, a quanto ho capito).
Siamo a metà dell’ottocento. Nei reparti di ostetricia a Vienna, nelle cliniche universitarie, la febbre puerperale uccide molte donne, troppe. Ma di fronte alla sofferenza, a questi drammi umani, i dotti, i sapienti, altro non fanno che disquisire con parole vuote, ipotesi strampalate, in una sorta di fatalismo senza pudore. Il dottor Semmelweis, semplicemente animato dal desiderio di lenire e guarire chi soffre, semplicemente ponendosi delle domande (è anche a suo modo divertente seguire i suoi dubbi, le sue intuizioni parziali, i suoi tentativi), arriva alla soluzione. Prima di toccare le puerpere bisogna lavarsi le mani. Questa semplice ed ovvia regola che previene le infezioni non era neanche presa in considerazione, dai grandi dotti della materia.
Cosa accade quando il dottor Semmelweis sta per dimostrare l’efficacia della sua scoperta? Accade che dà molto fastidio, accade che il mediocre primario Klin fa di tutto per ostacolarlo, accade che tutta una schiera di persone ostili e in malafede cerca in tutti i modi di screditarlo, di emarginarlo. Difatti il protagonista farà una brutta fine, e dovranno passare ben 40 anni perchè vengano adottate le sue misure di profilassi, 40 anni di sofferenze inutili.
Quanti dottor Klin ci sono al mondo? Sempre moltissimi.

Informazioni su diegod56

meno scrivo, meglio è
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a semmelweis

  1. Biuso ha detto:

    Molto interessante questa sua recensione ibrida, composta di testo e di video. Avendo letto il libro di Céline, ho potuto apprezzare la sua analisi.
    E’ vero, il mondo è pieno di “dottor Klin”. E questa è una tragedia.

    • diegod56 ha detto:

      professore, che piacere leggerla in questo mio piccolo blog

      il libro, ovviamente, l’ho letto a seguito della recensione sulla rivista

  2. marcoboh ha detto:

    probabilmente in aggiunta a tutto ciò nel caso di semmelweis c’era il fatto che si pensava che le donne non meritassero tutto quel rispetto. lavarsi le mani prima di toccarle? e perché mai?!

    • diegod56 ha detto:

      in effetti, gentile marco, traspare dal libro un atteggiamento altezzoso, qualcosa che va oltre la banale sciatteria, e nel saggio di Ceronetti, non so se si dice post-fazione, queste problematiche sono ben focalizzate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.